Tom Clancy's Rainbow Six Extraction
Recensione

Scritto da Alessandro Caluri il 20 febbraio 2022 13:49

Tom Clancy's Rainbow Six Extraction


Con Rainbow Six Exctraction ci troviamo di fronte al classico gioco che ha cercato di innovare un genere ma che non ci ha creduto abbastanza. Le premesse per essere un gioco completo ci sono, e sono anche addirittura intriganti, ma Ubisoft non sembra aver voluto fare il passo decisivo in quella direzione. Ci troviamo davanti un titolo giocabile, divertente, ma che è povero e alla fine anche abbastanza ripetitivo. Le missioni da fare alla fine sono quelle e si ripetono svariate volte, andando soltanto a cambiare l'ordine delle cose. Certo, c'è sempre la casualità dovuta al numero e al posizionamento degli alieni, ma è un po' troppo poco per evitare quella perenne sensazione di ripetitività. La meccanica relativa agli operatori, che concede di scambiarli spesso tra loro a causa delle ferite, è un vero toccasana per il gameplay. Poco importa se ci sono operatori probabilmente più utili di altri, perché alla fine si è quasi obbligati a utilizzarli tutti. Del resto, uscire da un ciclo di missioni con la vita al 100% è molto complesso. In definitiva possiamoa ffermare che Extraction è un titolo che ancora deve trovare la sua metà mancante. Fa divertire e intrattiene, ma allo stato attuale non può essere consigliato. Deve fare quel passo avanti che Siege, nel tento, è riuscito a fare. Ubisoft avrà lo stesso coraggio anche con un titolo unicamente cooperativo come Extraction? Noi speriamo di sì, ma rimane tutto da vedere.

Pro:
  • Gameplay unico nel suo genere
  • Finalmente una componente esclusivamente cooperativa
  • L'ambientazione e la sua resa grafica è fantastica
  • Il numero soverchiante di alieni rende ogni missione mortale
Contro:
  • Pochissime cose da fare all'interno delle missioni
  • Alla lunga estremamente ripetitivo
  • Affidarsi al matchmaking per completare la squadra è come giocare al lotto
Versione analizzata: Computer
6.3
Facebook Twitter Whatsapp Telegram