Destiny 2 Oltre la Luce Recensione

Scritto da il 24 novembre 2020 22:54

Destiny 2 Oltre la Luce


L'espansione di Destiny 2 aggiunge molti elementi al prodotto base e non soltanto una campagna. La campagna di per sé è parecchio intrigante, come affascinante è tutta la situazione che si viene a creare con la villain Eramis, peccato che ancora una volta sia troppo dispersiva e che l'esplorazione alla fine ammorba l'intera esperienza. Vagare per le lande desolate di Europa può essere inizialmente molto appagante, complice una grafica sinceramente ancora incredibilmente all'altezza, ma poi finisce inevitabilmente per annoiare a causa della sua ridondanza. Quello che di sicuro ha di buono l'espansione, e che è anche il suo fulcro, è la immissione nelle meccaniche di gioco della Stasi. La stasi ha dato origine a tre nuove sottoclassi, ognuna con delle particolarità interessanti da provare e giocare. Nota aggiuntiva parecchio positiva deve andare al raid della Cripta di Pietrafonda, che è entusiasmante proprio come annunciato. Il raid mette davvero alle prove i più esperti di Destiny 2, offrendo una sfida all'altezza e delle ricompense davvero niente male.

Positive:
  • Trama molto avvincente sin dalle prime battute
  • Tre nuove sottoclassi ben curate
  • Cripta di Pietrafonda è di assoluta qualità
Negative:
  • Narrazione troppo fumosa e poco lineare
  • Esplorazione abbastanza caotica e monotona
Versione analizzata: PlayStation 5
7.0
Facebook Twitter Whatsapp Telegram