Assassin's Creed: Valhalla Recensione

Scritto da il 15 novembre 2020 20:37

Assassin's Creed: Valhalla


Con Assassin's Creed Valhalla Ubisoft ha senza ombra di dubbio toccato dei miglioramenti sostanziali dai titoli precedenti, continuando però ormai sulla strada degli rpg. A differenza dei suoi precedessori Valhalla punta tantissimo sulla storia ma ancora di più al ritorno al Credo, che finalmente si riaffaccia dopo svariati anni di assenze. Gli assassini sono tornati e con loro l'atavica lotta contro l'Ordine, che in questa Inghilterra è contraddistinto dall'Ordine degli Antichi. Visivamente gli scorci offerti sono a dir poco mozzafiato, tanto che porta a fermarsi per apprezzare quelle terre davvero spettacolari. L'esplorazione è valorizzata e in qualche modo anche spinta dall'alto, grazie ad alcuni dati che permettono di tenerne traccia. Ogni regione in cui è stata suddivisa l'Inghilterra ha infatti dei valori (ricchezza, misteri, manufatti) che lasciano intuire se si è esplorata interamente o se manca qualcosa all'appello. Nonostante siano davvero molte le problematiche del titolo, soprattutto a livello di glitch e di qualche piccolo bug nei movimenti, AC Valhalla è godibile in tutta la sua interezza. Per questo motivo, e per tutta l'analisi proposta sopra nel corso della recensione, mi sento di consigliare AC Valhalla non solo a coloro che hanno amato Origins e Odyssey, ma anche a coloro che hanno visto in quei due titoli un distacco notevole da quello che la serie Assassin's Creed era in origine. Il ritorno degli assassini e un'attenzione più particolare alla lotta contro l'Ordine fa di questo Valhalla uno dei migliori.

Positive:
  • Scenari mozzafiato
  • Interessante gestione dell'accampamento
  • Combattimenti eccellenti e molto profondi
  • Gran mole di perk e abilità
  • Storia avvincente e ritorno degli assassini
Negative:
  • Davvero troppi glitch grafici
  • Il sistema di equipaggiamento non è dei migliori
  • Qualche bug minore
9.1
Facebook Twitter Whatsapp Telegram