Panzer Corps 2 Recensione

Scritto da il 2 aprile 2020 12:45

Panzer Corps 2


In realtà già sapevamo che Panzer Corps 2 sarebbe stato, in termini di meccaniche, un signor strategico. I dubbi più che altro erano legati alla quantità di contenuti, ma anche a eventuali stravolgimenti che a volte finiscono per danneggiare i giochi più belli, rendendo i primi titoli sempre migliori dei secondi. E invece non è, fortunamente, così. Panzer Corps 2 ha ereditato gran parte delle meccaniche dal suo precedessore, ma ha anche saputo mantenere alta sia la qualità, sia la quantità delle cose al suo interno. Le truppe tedesche da poter acquistare, schierare e far combattere sono moltissime e tutte migliorabili attraverso alcuni slot specifici. Anche le modalità di gioco sono interessanti, arricchite dall'editor a cui si può accedere non appena si avvia il titolo dalla libreria Steam. Tutti coloro che hanno amato alla follia Panzer Corps non rimarranno delusi dalla quantità di strategia che si annida all'interno di questo titolo. Strategia che, per ragioni di lunghezza, non abbiamo forse tratteggiato a dovere. Ogni tipo di terreno offre punti di forza e di debolezza alle unità, rendendo al giocatore necessario muovere e stravolgere di continuo i suoi schieramenti, per poter dare sempre il meglio nelle battaglie. Ogni turno di gioco finisce per far impiegare moltissimi minuti al giocatore, senza che quest'ultimo neanche se ne accorga, essendo troppo preso a macchinare le sue mosse. E questo, per uno strategico, è il più bel complimento che si avrebbe potuto mai fare.

8.2
Positive:
  • L'Unreal Engine ha rinnovato alla perfezione la grafica
  • Quantità eccellente di contenuti già al lancio
  • Meccaniche di combattimento molto valide
  • Tante modalità multigiocatore
  • Editor potente che aumenta di molto la longevità
Negative:
  • Interfaccia di gioco troppo caotica
  • Mancanza della lingua italiana
Facebook Twitter Whatsapp Telegram