Jurassic World: Evolution
Recensione

Scritto da il 22 giugno 2018 18:42

Jurassic World: Evolution


Ci troviamo davanti ad un titolo tanto ambiguo quanto controverso. La Frontier ha dimostrato spesso e volentieri di essere in grado di sfoderare grandi magie dal suo cilindro, soprattutto quando si parla di gestionali, come in questo caso. Il grandissimo lavoro che abbiamo apprezzato ed amato per quanto riguarda Planet Coaster, però, non può essere neanche minimamente avvicinato a questo. Jurassic World Evolution infatti va a tagliare moltissime di quelle componenti che hanno fatto grande l'altro loro gestionale, come ad esempio la gestione delle finanze e dei visitatori, quaggiù poco più di numeri che si muovono del tutto casualmente e privi di interazione. Un passo indietro notevole, che da l'idea di un titolo realizzato in fretta. Un po' malignamente si potrebbe pensare, infatti, alla fretta di uscire prima del film, per sfruttare il grande hype dovuto ad una ambientazione affascinante come quella di Jurassic Park. A fronte di questi gravi problemi di contenuti, ci troviamo però a dover necessariamente apprezzare quella che senza ombra di dubbio è, ad ora, la migliore grafica per quanto riguarda un gestionale. I dinosauri sono resi alla perfezione, come lo sono anche le varie isole (purtroppo piccolissime!). Discutibile la scelta di non mettere sin da subito la modalità Sandbox, utile per chi intende giocare senza il peso di una storia, o di missioni guidate da seguire per forza. La mancanza dell'italiano è un altro elemento discutibile, che però non conteggerò nei contro solo perché conta di un inglese davvero molto semplice da comprendere.

Positive:
  • Tecnicamente sublime
  • Grafica e audio dei dinosauri davvero eccelsi
  • Gran numero di specie da poter sbloccare ed utilizzare
Negative:
  • Gameplay ridotto all'osso
  • Gestione delle finanze e dei visitatori soltanto abbozzata
  • Un tutorial utile solo a metà
Versione analizzata: Computer
6.6
Facebook Twitter Whatsapp Telegram