Bridge Constructor Stunts
Recensione

Scritto da il 1 maggio 2018 13:49

Bridge Constructor Stunts


Ci troviamo di fronte ad un titolo che di per sé non stonerebbe, se non fosse che ci troviamo su console e non su mobile. Giochi del genere siamo abituati a viverli laggiù, ed anche lì con una completezza maggiore rispetto a quella palesata dal titolo. Nonostante le campagne siano cinque, i livelli sono davvero pochi, seppur al loro interno piuttosto vari. La scelta di premiare non il tempio ma le acrobazie è interessante, certo, ma non basta a migliorare una sfida che è orientata solo a sé stessi. Abbastanza inaccettabile infatti che i record da abbattere siano collegati soltanti a noi, e non al resto del mondo, non permettendoci così di capire (se non a stento) se siamo andati bene o nella media. La grafica del titolo è a sua volta inaccettabile. Davanti ad un titolo che presenta poco, come nel caso di Bridge Constructor Stunts, ci aspetteremmo qualcosa di più, invece ogni dettaglio grafico è lasciato a sé stesso. Ripeto, su dispositivo mobile il gioco sarebbe forse potuto essere carino (di certo anche lì non il migliore), ma su console non si può davvero promuovere. Ed allo stato attuale, neanche vedere.

Positive:
  • Il gioco premia le acrobazie e non il tempo
  • La fase di guida è interessante...
Negative:
  • ..Ma perché le ruote non girano?!
  • Pochissimi livelli
  • Graficamente arretrato
  • La sfida è unicamente con sé stessi
Versione analizzata: PlayStation 4
4.7
Facebook Twitter Whatsapp Telegram