Call of Duty: WWII
Recensione

Scritto da il 13 novembre 2017 13:23

Call of Duty: WWII


Il salto all'indietro della serie Call of Duty, che torna alle origini portando nuovamente alla ribalta l'ambientazione della Seconda Guerra Mondiale, si mostra non solo apprezzabile, ma anche incredibilmente valido. Se precedentemente erano tantissimi, forse anche troppi, i giochi sulla WW2, nella nuova generazione di console questi erano iniziati a diminuire drasticamente. Si sentiva l'esigenza di un gioco del genere, ed Activision dal punto di vista della qualità non ha deluso assolutamente. La campagna singleplayer è meravigliosa, con una resa grafica eccezionale grazie anche al sostegno dell'HDR, che permette maggiori dettagli soprattutto negli interni. I combattimenti sono realizzati splendidamente, permettendo un approccio oculato rispetto ai precedenti capitoli grazie all'inserimento del medikit. La vita che non si autorigenera è a mio avviso un punto di forza di questo nuovo titolo, che cerca quindi di raggiungere un tocco di realismo maggiore. L'approccio diretto alle forze naziste adesso, soprattutto alle difficoltà più alte, è praticamente impensabile, obbligando il giocatore ad escogitare qualcosa per rimanere in vita e portare a termine il proprio compito.

Non è tuttavia oro tutto ciò che luccica ed a fronte di un comparto singleplayer pressoché perfetto, si ha davanti un multigiocatore rinnovato soltanto nella forma, ma non nei concetti. I pochi giocatori pensati all'interno di ogni modalità di gioco iniziano a sentirsi e ad essere stretti, facendo mancare quei combattimenti epici che altri giochi riescono ad evocare. La modalità "Guerra", introdotta ed assolutamente valida, sarebbe ad esempio potuta essere molto più interessante se invece di dodici giocatori ne avesse, ad esempio, ospitati sessantaquattro. Ma anche trentadue, eventualmente. Torna a rivelarsi invece simpatica e divertente la modalità nazi zombies, permettendo di variare di molto rispetto al gioco base, offrendo al contempo un grado di sfida molto alto e quindi appagante.

Positive:
  • Un singleplayer da urlo
  • Comparto audio e grafico ineccepibile
  • Nuova modalità "Guerra" multigiocatore
  • Divertente ed articolata modalità nazi zombies
  • Inserimento del medikit nella modalità giocatore singolo
Negative:
  • ...Ma perché soltanto lì?
  • 12 giocatori nel multiplayer sono ormai troppo pochi
  • Mancanza di mezzi utilizzabili multigiocatore
Versione analizzata: PlayStation 4
8.8
Facebook Twitter Whatsapp Telegram