Ken Follett's The Pillars of the Earth
Recensione

Scritto da il 15 agosto 2017 18:01

Ken Follett's The Pillars of the Earth


Ken Follett's Pillars of the Earth non è un semplice romanzo interattivo, ma davvero molto di più. La storia narrata dal libro solo raramente risulta essere modificata, ma solo in piccola parte e senza mai essere stravolta del tutto, nonostante le molte scelte da poter fare a riguardo. Tutti gli avvenimenti più importanti del libro, ovviamente riconducibili a questa prima parte, risultano essere stati inseriti, in una chiave molto dinamica. L'utilizzo del point of view, che ci permette di esplorare e conoscere attraverso gli occhi di più personaggi e non di uno soltanto, permette un coinvolgimento a 360° che non si ferma unicamente alla storia del personaggio, ma ad un contesto assai più ampio. Limitare il raggio di azione al solo William, o al solo Jack, sarebbe stato alquanto limitante, anche ai fini del gameplay e dell'interesse da esso generato.

Le scelte da poter fare sono quasi sempre molto importanti, sebbene si verifichi un aspetto a volte non pienamente appagante. Capita ad esempio di voler far compiere ad un personaggio una determinata azione, per poi scoprire che ne fa totalmente un'altra, mandando all'aria la possibilità di scelta. Per fortuna sono casi estremamente limitati, ma di certo Daedalic Entertainment avrebbe potuto operare con più attenzione in tal senso. In ogni caso l'effetto farfalla è notevole, tanto che alla fine di ogni minimo capitolo in cui è suddiviso l'episodio (sette in totale) vi è un breve resoconto che ci permette di riassumere le scelte fatte e ciò che è successo a causa della nostra azione. 

Quello uscito, come scritto poco sopra, è il primo episodio di un totale di tre. Ogni episodio ha al suo interno sette capitoli dalla lunghezza variabile. In ogni caso, per poter portare a termine l'episodio uno, si necessiteranno di circa cinque ore. La lunghezza, per quanto non eccessiva, risulta però di molto superiore a quella di altri giochi simili, come ad esempio i vari TellTale. Gli altri episodi usciranno in seguito, ma ancora non vi è una data di uscita certa, ed avranno il nome di "Chi sparge Tempesta" e "L'occhio del ciclone".

Una nota di merito va assolutamente data a Daedalic che, nonostante dei fondi sicuramente inferiori a quelli di TellTale, è riuscita a dar vita ad una traduzione italiana davvero molto ben fatta. Finalmente anche noi italiani potremo gustarci un gioco a scelte con una narrazione (scritta) totalmente tradotta. A parte tutto, una cosa davvero gradita.

Positive:
  • Narrazione a point of view
  • Investigazioni e interazioni sufficientemente libere
  • Graficamente ben realizzato
  • Localizzazione italiana
Negative:
  • Alcune scelte non completamente rispettate
  • Presenza di troppi aiuti
Versione analizzata: Computer
8.0
Facebook Twitter Whatsapp Telegram