Project Highrise: Las Vegas
Recensione

Scritto da il 18 aprile 2017 10:07

Project Highrise: Las Vegas


A distanza di vari mesi Project Highrise si evolve, andando a mettere in campo degli elementi integrativi per il gameplay. Alla gestione degli uffici e degli appartamenti, arriva adesso la possibilità di gestire la vita dei più facoltosi e della elité cittadina. Ecco, quindi, il poter edificare veri e propri casinò, con tutti i servizi affini che possono essere hotel di lusso e servizi all'avanguardia. I costi per mantenerli sono alti, ed è qua la vera difficoltà portata dal titolo, che prevede una grande capacità di gestire le entrate, prestando particolare attenzione a non finire in rosso a causa dei costi settimanali di manutenzione. Il DLC, oltre ad inserire questi nuovi elementi, aggiunge nuove sfide che possono essere avviate attraverso il menù di gioco.

Al netto di queste nuove aggiunte, e del prezzo neanche troppo alto (6.99€ sullo store di Steam), mi sento di raccomandare questo DLC soprattutto a coloro che hanno apprezzato Highrise al punto da destinarci ore di gioco. Coloro che invece hanno avuto dubbi, o comunque non hanno gradito appieno il titolo base, possono tranquillamente evitare l'acquisto. Del resto, per quanto gli elementi aggiunti sono tantissimi, il gioco rimane sostanzialmente invariato. Un bene per molti, un male per altri.

Il vostro grattacielo, adesso, potrà essere più lussuoso che mai.

Positive:
  • Aggiunta di tanti nuovi elementi
  • Nuove sfide
  • Ottima gestione dei VIP e delle recensioni
Negative:
  • Sostanzialmente è rimasto invariato
Versione analizzata: Computer
Facebook Twitter Whatsapp Telegram